Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale: € 0,00

Prosegui al carrello

Rinascere? È un po’ come truccarsi

31/08/2021

Che concetto potente, rinascere! Veniamo alla vita una volta sola, ma possiamo rinascere infinite. È un processo introspettivo che si verifica maturando nuove consapevolezze, ma anche quando ci soffermiamo con amorevolezza davanti allo specchio. A insegnarcelo questa stagione è il più metaforico dei diktat make-up: la tendenza nude. Il trucco c’è, ma non si vede. Esalta e valorizza il nostro viso, così com’è. Perché ci siamo noi, radiose in volto, portatrici sane di nuova energia, e bastiamo eccome.

“La forza del make-up nude è la base”: è la premessa fondamentale della make-up artist Vania Cesarato, che consiglia sempre di partire da una buona skincare per realizzarlo. “La cura della pelle è essenziale per ottenere un make-up che esalti la bellezza femminile”, ci spiega, a prescindere che la resa finale sia matte o glow. Lo conferma anche la celebrity make-up artist Francesca Ragone, secondo cui “il make-up nude è uno dei più complessi proprio perché privo di eccessi e stratificazione di prodotti”. E a proposito di prodotti, quali utilizzare nello specifico? Essenzialmente, pochi ma buoni. Scelta la palette cromatica in armonia con il proprio sottotono, Francesca Ragone consiglia l’applicazione di “un fondotinta leggero e luminoso che garantisca però una giusta copertura per mitigare le piccole imperfezioni”. Meglio se caratterizzato da una texture fluida e, in presenza di discromie della pelle, ben venga dire sì ai prodotti più pigmentati. “Solo nei punti in cui c’è reale necessità”, però. Poi, tocca all’illuminante per un effetto super naturale: scegliete prodotti shimmer, che riflettano la luce con delicatezza e donino radiosità. “Applicatela solo sui punti chiave – consiglia l’esperta, - ovvero arcata sopraccigliare, zigomo e dorso del naso”.

Foto by Pino Insegna


E se è vero che rinascere è (anche) uno stato d’animo, ben venga approfondire anche le sensazioni che si provano con un make-up nude ben fatto. “Questo trend mi fa sentire me stessa in ogni occasione – racconta Giustina Guerrieri, Art Director sempre all’opera sui set fotografici delle campagne moda a Milano. – È un make-up pratico e sofisticato al tempo stesso: l’importante è avere una buona base: una pelle pulita, idratata e luminosa. Anche sul lavoro, quando sono sul set tutto il giorno, prediligo un ‘make-up non make-up’, ideale per conferirmi un’aria naturalmente sana anche nelle giornate più impegnative”. Come sublimare il tutto? L’ultimo segreto di bellezza arriva nuovamente da Francesca Ragone: crema idratante pre-trucco e illuminanti in crema per un effetto flow. Fidatevi, “metteranno in luce i volumi del viso”. Poi, un velo di mascara e sì a un tocco di spray rimpolpante per stemperare l’eccesso dei pigmenti. Voilà, “l’incarnato sarà fresco e luminoso al punto giusto”. Proprio come rinate.