Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale: € 0,00

A Casa Milo la pasta diventa la star di un calendario iconico

Siamo nel 1870, in Puglia, a Bitonto per l’esattezza. È qui che la storia della famiglia Milo inizia, ma è solo nel 1994 che la produzione viene interamente convertita alla pasta e ai prodotti da forno. Oggi Nicola Milo e i suoi quattro figli Giuseppe, Marida, Saverio e Giovanni, forti delle loro radici, guardano alle sfide presenti e future con determinazione, mossi dalla voglia di innovare per riuscire a produrre sempre qualcosa di speciale. 

 

Grande attenzione viene data al territorio e all’ambiente, e non poteva che essere così. La linea 100% Filiera Puglia garantisce un prodotto interamente pugliese, realizzato con grani duri selezionati, con qualità, provenienza, sostenibilità ed etica certificate. Perché fare della buona pasta vuole anche dire utilizzare grano coltivato rispettando la specificità dei terreni e i ritmi della natura, acquistato a un prezzo equo che ripaghi il duro lavoro dei coltivatori. 

 

Nulla è lasciato al caso: le varietà selezionate presentano un buon indice di glutine e un alto contenuto proteico, in modo da poter ottenere una pasta che dopo la cottura resta consistente ed elastica, insomma, perfettamente al dente.

 

La produzione è divisa in tre unità, tutte nella provincia di Bari: uno stabilimento a Palombaio per la lavorazione della pasta fresca e due a Palo del Colle, dedicati alla pasta secca e ai prodotti da forno. 

 

E siccome la pasta Casa Milo è una vera star, perché non immortalarla come se fosse una modella di un calendario Pirelli? Nasce così l’Art Calendar che vede dodici talentuosi fotografi (Marta Blue, Tiziano Demuro, Carla Sutera Sardo, Leandro Colantoni, Eleonora D'Angelo, Bellissimo Zine, Alessia Morellini, Piero Percoco, Gianmarco Porru, Ellegramm, Irene Ferri e Giorgibel) esaltare la bellezza e la bontà della regina dei primi piatti in dodici scatti originali e ispirati. 

                                                 

Ai fotografi è stata data massima libertà nell’interpretare questo alimento. Il risultato è un caleidoscopio di visioni, alcune oniriche altre pittoresche. Ecco allora che i paccheri diventano bigodini o vasi per fiori, le farfalle nastri sulla pelle, gli spaghetti il pasto di tre bellissime ninfe o il tocco in più in un bouquet di fiori, le conchiglie un dono sacro, mentre le fettuccine sostituiscono lo spumante in un calice di vetro e le orecchiette coprono un seducente corpo femminile. Solo per citare alcune ‘pose’.

 

Il calendario è pubblicato in tiratura limitata. Per vincere una delle 200 copie basta partecipare al #casamilogiveaway, dal 9 dicembre 2021 al 12 gennaio 2022, seguendo il profilo Instagram @casa_milo e commentando il post del giveaway taggando almeno 3 amici.

                                     

 

C’è da scommettere che l’Art Calendar diventerà l’oggetto dei desideri 2022 degli appassionati della buona tavola. E chi non riuscirà ad appenderlo in casa potrà sempre consolarsi con un beneaugurante piatto di pasta; Casa Milo, ovviamente.



                                                

Debora Bionda

Amante di parole e linguaggio, è una giornalista camaleontica capace di spaziare da politica ed economia a enogastronomia e benessere. Datele una tastiera e troverà una storia da raccontare.