• Magazine
  • Inside
  • 17 search 0
    17 search

    Il tuo carrello è vuoto

    Prodotti nel carrello: 0
    Totale: € 0,00

    Per qualsiasi esigenza
    scrivi a [email protected]
    o chiama il numero
    040 0646313

    Davide Barbero, una storia golosa nel cuore del Piemonte

    Davide Barbero è un’azienda familiare, artigianale da sempre. Il logo indica 1883 ma poco tempo fa è stato ritrovato un documento nascosto che parla di 1838 come inizio attività. Produce torrone e cioccolato nel cuore del Piemonte, ad Asti.
    Ogni singolo prodotto è lavorato lentamente, come una volta. Basti pensare che la cottura del torrone è di circa 7 ore e mezzo e avviene nelle storiche caldaie a vapore. Davide Barbero utilizza esclusivamente materie prime di altissima qualità. Nocciole del Piemonte I.G.P. calibro 15, miele italiano (che a seconda della ricetta può essere di zagara o di agrumi) e vaniglia naturale del Madagascar.

    Oggi l'azienda è arrivata alla sesta generazione.
    Davide prosegue insieme allo zio Giovanni Barbero l'antica tradizione familiare. Ricette antiche, tramandate di volta in volta.
    Prodotti che continuano ad essere lavorati manualmente. Materie prime fra le mani. Come le nocciole del Piemonte I.G.P. completamente selezionate a mano, una ad una. Tosatate ogni giorno direttamente in laboratorio proprio per definire il grado di tostatura desiderato. Nocciole che dal 2021 provengono anche dal noccioleto di famiglia di Davide, una piccola start up sostenibile, l'azienda agricola Ca' dei Bianchi. La torroneria Barbero utilizza esclusivamente la “Nocciola Piemonte” che presenta delle caratteristiche di qualità superiore a qualsiasi altra nocciola dovute soprattutto alla zona di coltivazione collinare e prealpina, compresa fra i 250 e i 700 metri di altitudine.


    Tonde per la loro grandezza e la sinuosità delle loro forme e gentili per la quantità di olio naturale che contengono.

    Nocciola. Ingrediente principe per il torrone Barbero.
    Dopo le 7 ore e mezza di cottura il torrone non è ancora pronto. L'impasto viene lavorato ed estratto con remi di legno di faggio, in azienda si utilizzano ancora i remi originali di fine '800. Quanti torroni avranno accarezzato quei remi?
    Le mani dei torronai modellano il torrone ancora caldissimo, cercando di inserirlo nei cassetti di legno (preferito a qualsiasi altro materiale per la proprietà termica). Solo dopo che il torrone è completamente freddo si procede al taglio.
    Ad esempio per creare le Torronfette, sfoglie sottili di torrone friabile. Comode da mangiare e golose al punto giusto. Torronfette che da sfrido di lavorazione degli anni '50 sono oggi uno dei prodotti di punta, tanto da avere un proprio marchio registrato. Oltre alle sfoglie, l'azienda produce tanti altri formati come il classico 200 grammi o il blocco scenografico da 3 kg. Infine i “Gran Cru” le selezioni premium in scatola di latta, firmate Barbero.

    La storia della torroneria Davide Barbero è molto lunga. Ma è ancora tutta da scoprire e da assaggiare...
     






    Alessio Cutri


    Cresciuto a casatiello dolce, latte di mandorla e scarola con olive e pinoli. Canta e suona la chitarra da sempre. Gira l'Italia alla scoperta di tradizioni e prodotti tipici. Collabora con Identità Golose e con la città del Gusto di Torino.



    Sei maggiorenne?
    Torna in homepage
    Non hai l'età minima per visitare questa categoria