• Magazine
  • Inside
  • 17 search 0
    17 search

    Il tuo carrello è vuoto

    Prodotti nel carrello: 0
    Totale: € 0,00

    Per qualsiasi esigenza
    scrivi a [email protected]
    o chiama il numero
    040 0646313

    Bonverre

    Trippa di Baccalà, Olive Taggiasche e Acciughe

    Verona | Veneto

    Trippa di Baccalà | Olive Taggiasche | Acciughe

    Una ricetta della tradizione veneta, legata alla famiglia Rizzo da generazioni: il baccalà alla vicentina, realizzato con la parte più morbida e rara, la trippa. 

    Il baccalà ha una storia antichissima che intreccia tradizioni nord europee al Veneto. Nel 1400, un navigatore veneziano fu salvato durante una tempesta dai pescatori delle isole Lofoten, in Norvegia. In un luogo dove la notte durava tre mesi, gli abitanti conservavano enormi quantità di pesce locale, lo stoccafisso, facendolo essiccare al sole.

    Tornato a Venezia, il navigatore portò con sè la scoperta di questo piccolo tesoro, che iniziò a diffondersi nelle città del Veneto, trovando grande apprezzamento per gusto e lunga conservazione. Oggi rappresenta un ingrediente principe della cucina veneta, soprattutto nelle varianti alla vicentina e mantecato alla veneziana.

    “Tanti anni fa, prima di aprire il ristorante Il Desco, mio padre e mia nonna gestivano una bottega storica di Verona dove servivano buon vino accompagnato da cicchetti veneti. Ogni volta che mia nonna preparava il baccalà alla vicentina, i “vecioti” facevano a gara per accaparrarsi la trippa di baccalà, la parte più ambita. Questa ricetta di famiglia è diventata poi un piatto del Desco, servita ancora oggi come condimento degli gnocchi.”
     
    Abbinamenti consigliati: una volta riscaldata, la trippa di baccalà è ideale per condire gli gnocchi o altri formati di pasta fresca, oppure con risotti, polenta, crostini di pane.

    PESO NETTO 280 g
    4 porzioni come condimento
    2 porzioni come piatto

    INGREDIENTI
    TRIPPE DI BACCALA’ 42%, LATTE, CIPOLLA, OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA, OLIVE TAGGIASCHE, ACCIUGHE, AGLIO, SALE, PEPE, CORRETTORE DI ACIDITA’: ACIDO CITRICO

    ALLERGENI
    pesce e derivati, latte e derivati

    VALORI NUTRIZIONALI MEDI per 100g di prodotto
    Valore energetico 1504 kj/364 kcal
    Proteine 18,3 g
    Grassi 34 g
    di cui saturi 4,9 g
    Carboidrati 1,9g
    Di cui zuccheri 0,5 g
    Sale 1,3 g

    CONSERVAZIONE
    conservare in luogo fresco e asciutto, una volta aperto si conserva in frigorifero per 5 giorni

    SHELF LIFE 36 mesi dall’atto de confezionamento
    Spese di spedizione: gratis

    Bonverre

    Trippa di Baccalà, Olive Taggiasche e Acciughe

    15,00 IVA inclusa

    Prodotto aggiunto al carrello.

    Vai al carrello

    Inserito in 1 wishlist

    go.to.wishlist

    Hai raggiunto la massima quantità di prodotto acquistabile.

    Verona | Veneto

    Trippa di Baccalà | Olive Taggiasche | Acciughe

    Una ricetta della tradizione veneta, legata alla famiglia Rizzo da generazioni: il baccalà alla vicentina, realizzato con la parte più morbida e rara, la trippa. 

    Il baccalà ha una storia antichissima che intreccia tradizioni nord europee al Veneto. Nel 1400, un navigatore veneziano fu salvato durante una tempesta dai pescatori delle isole Lofoten, in Norvegia. In un luogo dove la notte durava tre mesi, gli abitanti conservavano enormi quantità di pesce locale, lo stoccafisso, facendolo essiccare al sole.

    Tornato a Venezia, il navigatore portò con sè la scoperta di questo piccolo tesoro, che iniziò a diffondersi nelle città del Veneto, trovando grande apprezzamento per gusto e lunga conservazione. Oggi rappresenta un ingrediente principe della cucina veneta, soprattutto nelle varianti alla vicentina e mantecato alla veneziana.

    “Tanti anni fa, prima di aprire il ristorante Il Desco, mio padre e mia nonna gestivano una bottega storica di Verona dove servivano buon vino accompagnato da cicchetti veneti. Ogni volta che mia nonna preparava il baccalà alla vicentina, i “vecioti” facevano a gara per accaparrarsi la trippa di baccalà, la parte più ambita. Questa ricetta di famiglia è diventata poi un piatto del Desco, servita ancora oggi come condimento degli gnocchi.”
     
    Abbinamenti consigliati: una volta riscaldata, la trippa di baccalà è ideale per condire gli gnocchi o altri formati di pasta fresca, oppure con risotti, polenta, crostini di pane.

    PESO NETTO 280 g
    4 porzioni come condimento
    2 porzioni come piatto

    INGREDIENTI
    TRIPPE DI BACCALA’ 42%, LATTE, CIPOLLA, OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA, OLIVE TAGGIASCHE, ACCIUGHE, AGLIO, SALE, PEPE, CORRETTORE DI ACIDITA’: ACIDO CITRICO

    ALLERGENI
    pesce e derivati, latte e derivati

    VALORI NUTRIZIONALI MEDI per 100g di prodotto
    Valore energetico 1504 kj/364 kcal
    Proteine 18,3 g
    Grassi 34 g
    di cui saturi 4,9 g
    Carboidrati 1,9g
    Di cui zuccheri 0,5 g
    Sale 1,3 g

    CONSERVAZIONE
    conservare in luogo fresco e asciutto, una volta aperto si conserva in frigorifero per 5 giorni

    SHELF LIFE 36 mesi dall’atto de confezionamento
    Spese di spedizione: gratis

    Sei maggiorenne?
    Torna in homepage
    Non hai l'età minima per visitare questa categoria